La Cantina di Tappia

Corrado Zaretti


Fraz. Tappia - Villadossola (VB)

Tel.3204880589

ulcantun2010@hotmail.it

 

Se si sale in direzione del passo del Sempione, sulla parte sinistra della Val d’Ossola, tra Villadossola e Domodossola, a circa 600 metri si trova la frazione di Tappia, fino al 1928 Comune autonomo. Oggi il borgo è quasi del tutto disabitato - a parte forse due case - ma nel complesso appare an- cora abbastanza curato. Le abitazioni sono quelle tipiche dell’ossolano, in pietra e legno con i tetti in beola: la vista da lassù è mozzafiato, si domina a strapiombo tutta la Val d’Ossola, dal Sempione all’imbocco che porta verso il lago Maggiore. Nel 2005 Romano Zaretti - sul finire del suo pluriennale impegno da “sindaco operaio” e amministratore di Villadossola - decide di

produrre di nuovo vino in questa località, dove la viticoltura era dismessa da circa 50 anni. “La vigna a Tappia c’è sempre stata: i nostri vecchi vivevano di agricoltura” racconta l’ex sindaco: ma l’arrivo dell’industria in Ossola portò i più ad abbandonare la terra per il miraggio del posto sicuro in fabbrica. Romano sistema i terrazzamenti a secco e reimpianta la vigna di nebbiolo, che nella zona Ossolana è chiamato prünent. Nel 2009 è disponibile la prima produzione. Negli stessi anni, accanto al vigneto, ricostruisce quasi da solo con le sue mani, con il legno e la pietra del posto, una splendida casa, che oggi è la sede della Cantina di Tappia e dell’omonimo agriturismo.

La cantina oggi è passata sotto la gestione del figlio Corrado (operaio di una fabbrica locale), che con la moglie e figlie gestisce anche la parte di risto- razione dell’agriturismo, ma il papà Romano è comunque sempre presente con il suo prezioso supporto.

La cantina si trova nel piano più basso del caseggiato, pulita e ordinata, un piccolo gioiello di legno e pietra. È suddivisa in due parti, la zona di affina- mento, dove sono presenti 6-7 barriques usate, di secondo-terzo passaggio e le bottiglie in affinamento e una parte dove sono presenti i fusti in vetrore- sina per le fermentazioni e tutta la strumentazione necessaria a produrre e imbottigliare vino. Ul Cantun - toponimo del luogo dove c’è la vigna - è un nebbiolo in purezza, la cui vigna con sistema guyot è collocata interamente a Tappia a circa 620 metri di altitudine. I terrazzamenti sono circondati da fitti boschi. La resa è di circa 8-10 quintali con i quali si ottengono circa 700 litri. Il Barbarossa, nome di battaglia da partigiano, di Dante, papà di Romano è invece un Merlot in purezza, i cui vigneti si trovano principalmente in località Crosiggia e Quartero, poco prima di Domodossola a circa 350 metri. La vendemmia generalmente porta una resa è di circa 20 quintali dai quali si producono circa 1.500 litri. Il vino è poi disponibile dopo circa 15 mesi dalla vendemmia con affinamento in vetroresina e bottiglia, con una gradazione intorno ai 13%. Entrambi i rossi si caratterizzano per i profumi intensi di frutti di bosco, Ul Cantun per una sorprendente nota di fragola, mentre in bocca sono entrambi eleganti e con tannini rotondi. L’utilizzo della chimica in vigna e cantina e ridotto al minimo indispensabile.

Sotto la vigna di nebbiolo, di recente è stato impiantato lo chardonnay: la prima annata pronta - attesa con curiosità - dovrebbe essere il 2016. Nel 2014 parte del merlot è stato messo per la prima volta in affinamento nelle barriques usate. Romano e Corrado hanno preso in gestione anche un’altra vigna di nebbiolo in località Masera, a circa 400 metri di altezza, la cui pri- ma vendemmia è stata quella del 2015. Una visita alla Cantina di Tappia è una magnifica idea, sia per incontrare e premiare chi ha saputo recuperare la viticoltura in un luogo eroico, dove il lavoro in vigna è del tutto manuale sia per passare una giornata piacevole, con la possibilità di assaggiare la cucina dell’agriturismo, che offre piatti di buon livello prevalentemente della tradizione ossolana, tra i quali gli ottimi salumi e i formaggi della zona, naturalmente abbinati ai vini della cantina, che si possono acquistare in loco. Oppure si può partecipare alla manifestazione “Tappia di vino”, organizzata dalla proloco durante l’estate.

 

Led Zeppelin - Stairway To Heaven Live