Dei Agre

Marta Cesi


Via Edificio Scolastico 12

Felline (LE)

Tel.0833985241

info@deiagre.it

 

deiagre.it

 

Felline è un paese sospeso. Come molti paesi del Salento stanno lì, sospesi nel tempo, come se nulla mutasse. Qualche cane che gironzola per le strade, le sedie fuori dalle case per ospitare due chiacchiere in strada. Il bar. E nient’altro. Ma d’estate questi borghi si animano di turisti accaldati che, soprattutto di sera, salgono dalle spiagge in cerca di tipicità, vita di un tempo, la salentinità che le guide turistiche promettono.

Marta Cesi è una donna del Sud che ama la sua terra. In Salento ha deciso di tornare, dopo aver studiato a Bologna. Ritornare e, nonostante la sua laurea in Economia, decidere di riprendere in mano la terra dei nonni e produrre vino. Una grande sfida, soprattutto al Sud. Ma Marta è tenace, intelligente e vo- lonterosa. Recupera le vigne e soprattutto cerca delle buone relazioni per avviare un’attività e imparare. Esperti uomini del vino visitano le sue vigne e la incoraggiano. Così nel 2001 nasce Dei Agre, un nome dal sapore antico per un progetto di rinascita e sviluppo di un territorio, nel rispetto dell’ambiente. L’obiettivo di Marta è semplice e complesso al tempo stesso: fare buoni vini con quello che la terra e la natura di anno in anno offrono, valorizzando quanto i nonni hanno conservato e tramandato.

Quella di Marta è un’azienda “diffusa”. I terreni con i vigneti si trovano nella parte di Felline, dove l’abitato finisce e la terra digrada verso il mare. Due ettari di proprietà e 1 ettaro e mezzo in affitto. Le vigne più vecchie di circa 60 anni e le più recenti di circa 30 anni. Il sistema di allevamento è quello tradizionale in queste zone: l’alberello pugliese.

I vitigni sono l’emblema della terra salentina, negramaro e primitivo.

Con gli anni Marta ha affinato il suo approccio naturale alla viticoltura.

La sua esperienza in vigna infatti la porta progressivamente ad escludere interventi sulle parte volatile della pianta e privilegiare piuttosto azioni di potenziamento della capacità di difesa e di resistenza delle piante attraverso l’apporto di sostanza organica al suolo. I filari sono infatti inframmezzati da vegetazione spontanea che viene tagliata solo a piena maturazione, per favorire l’autosemina e l’impollinazione, contribuendo così a preservare la biodiversità. Per la cantina Marta si affida ad un’azienda di Sandonaci nel Nord Salento. Anche qui gli interventi sono minimi; l’obiettivo è quello di portare a giusta maturazione le uve (che sono certificate biologiche) favorire ma non forzare i processi fermentativi e accompagnare il vino alla giusta maturazione e ad esprimere le caratteristiche specifiche di ogni annata. Amaranto è un rosato da uve negroamaro e primitivo. Presenta una gradazione alcolica di 12,5 % e il suo colore intenso è dovuto alle bucce del primitivo, presente in una percentuale significativa. È un vino piacevole e fresco con sentori floreali complessi. Magredè è invece un negroamaro in purezza che affina 18 mesi in tonneaux di rovere francese. Presenta una gradazione alcolica di 14,5 % ed è un vino dal colore rosso intenso con note di frutta matura e legno, intenso e robusto ma allo stesso tempo armonico.

Dei Agre è anche Vite Colta. Un’enoteca stagionale, in un locale in affitto nella piazza Castello di Felline. “Vogliamo portare in piazza il nostro lavoro”, così dice Marta nel descrivere questa attività della sua azienda. Nel periodo estivo nella piazza Castello di Felline è possibile, sui tavoli ricavati dalle barriques, degustare il buon vino di Marta ma anche conoscere ed acquistare altri prodotti del territorio. Un servizio di piccola ristorazione coccola il tu- rista attento a piaceri autentici e a specificità territoriali. Vite Colta è inoltre attività culturali, rassegne musicali e tutto quanto possa mettere l’ospite in contatto intelligente con un territorio e le sue più autentiche espressioni.

 

And l love her the beatles - subtitulado